Cerca nel Sito

Login

PROGETTO LETTURA 

 

Anno Scolastico 2018 - 2019

Con l'avvio del nuovo anno scolastico l'Istituto pubblica il "Progetto Lettura (2017 - 2020)", elaborato per gli alunni dei tre ordini di Scuola nell'ambito delle attività migliorative finalizzate alle priorità e ai traguardi individuati nel RAV e nel PdM.

 

"Infondere il piacere dell’ascolto e poi della lettura in un bambino, trasformare questo piacere nello stesso bambino, diventato ragazzo, in amore per il LIBRO non è sempre facile, ma è sicuramente tra le sfide più belle ed entusiasmanti per un insegnante..."

Scarica il progetto (.pdf)

 


 #IOLEGGOPERCHE 

“Il libro è una delle possibilità di felicità che abbiamo noi giovani” (Borges)

ioleggoperche  

 E’ ormai il secondo anno che il nostro Istituto Comprensivo, nell’ambito del Progetto Lettura, partecipa con entusiasmo all’iniziativa promossa dall’Associazione Editori Italiani #ioleggoperchè che ha come obiettivo la creazione e lo sviluppo delle biblioteche scolastiche. Dal 20 al 28 ottobre tutti possiamo recarci presso la libreria “La Prima” di Bitetto per acquistare un libro e donarlo alla biblioteca della nostra scuola.

Anche i nostri ragazzi si recheranno in libreria con le insegnanti per contribuire a questa iniziativa che è ormai giunta quest’anno alla IV edizione, riscuotendo un grande successo a livello nazionale.

Cogliamo il valore dei libri, amiamoli e trasmettiamo questo amore ai nostri figli non perché diventino letterati o poeti (che poi non sarebbe neanche tanto male...), ma perché, come diceva il grande Gianni Rodari, “nessuno sia più schiavo”.

 

La referente d'Istituto del Progetto Lettura

                                                                                                                                    Prof.ssa Rosanna Moschetta

 

 

 


Anno Scolastico 2017 - 2018

PAROLE E LIBRI

In un mondo di visioni immediate, di suoni assordanti, di messaggini espressi in “emoticon” ed “emoji” la nostra mente (e soprattutto quella dei più giovani) rischia di non poter più costruire spontaneamente immagini. Perché? Perchè le verrebbe a mancare la “PAROLA”, lo strumento più potente che l’uomo possiede per evocare immagini. E allora, come sosteneva lo scrittore statunitense Raymond Carver, se le parole sono tutto quello che abbiamo, è meglio che siano quelle giuste…

E le parole giuste si trovano sempre in un bel libro, capace di smuovere gli animi e aprire le menti. Per questo il Progetto Lettura nel nostro Istituto cerca di offrire ai suoi alunni piacevoli opportunità di crescita attraverso i libri, dalla semplice gestione della biblioteca di classe alle attività di lettura, suggerite anche da proposte nazionale, sempre in sinergia tra i tre ordini di scuola.

progetto lettura 2017

Come sempre, nel mese di settembre la scuola ha aderito alla Festa dei Lettori, arrivata ormai alla 13° edizione, con la proposta del tema “sconfinaMenti” che allude alla possibilità della mente, attraverso la lettura, di andare oltre i consueti orizzonti. E hanno volato in alto i piccoli della Scuola dell’Infanzia ascoltando, drammatizzando e visionando “Storia di una gabbianella e del gatto che le insegnò a volare”, l’avvincente fiaba di Luis Sepùlveda, che insegna il valore supremo dell’amicizia e del coraggio di osare.

progetto lettura 2017 9  progetto lettura 2017 8 

Gli alunni, invece, delle classi terze, quarte e quinte della Primaria e delle classi prime della scuola Secondaria hanno scoperto che nessuno è come appare e che tutti hanno storie di vita da raccontare, leggendo il libro “Io sono Tu sei” di Giusy Quarenghi, storia di amicizia tra una bambina italiana e una marocchina. Per l’occasione, nella scuola media è stato allestito un bookcrossing, gestito dai ragazzi della media che hanno accolto i compagni di quinta, intrattenendoli con la lettura scenica di alcuni passi significativi del libro, tra piatti tipici come cuscus e orecchiette.

progetto lettura 2017 3  progetto lettura 2017 4 progetto lettura 2017 7

La lettura di “Ma quale Paradiso?” della giornalista Francesca Borri (un reportage che mette “sottosopra” le Maldive, paradiso per eccellenza) è stata invece proposta agli alunni delle classi terze della secondaria;  i ragazzi hanno anche avuto la fortuna di incontrare la giovane autrice nella Sala Consiliare del Comune di Bitetto e di ascoltarla nei suoi racconti di vita da giornalista di guerra  in giro per il mondo.

 progetto lettura 2017 2 progetto lettura 2017 5

Le classi seconde hanno letto e analizzato alcuni racconti sui migranti tratti dall’opera curata dal Prof. Giancane “La rosa di Damasco”. Aderendo poi ad un’altra interessante iniziativa nazionale “Libriamoci. Giornata di letture nella scuole” che propone momenti di lettura ad alta voce, gli stessi ragazzi hanno incontrato nei locali della Biblioteca Comunale di Bitetto la dott.ssa Marianna Carrara, autrice del racconto tratto dalla suddetta raccolta  “Al di là del mare. Il sogno di Khamid” con cui hanno sperimentato una lettura a più voci.

Tutti i nostri alunni, insieme ai genitori e ai docenti, si sono anche impegnati ad arricchire le biblioteche della nostra scuola acquistando alcuni libri. Infatti il nostro istituto ha aderito alla III edizione dell’iniziativa nazionale , organizzata dalla Associazione Italiana degli Editori, #ioleggoperchè, condivisa con la libreria di Bitetto “Prima”. Ora siamo in attesa dei libri che ci verranno donati dagli Editori stessi.

Il primo quadrimestre sta volgendo al termine e noi continuiamo a dilettarci leggendo, organizzando nuovi incontri, proponendo nuove esperienze e soprattutto aspettando nuove emozioni.

La referente del progetto Lettura

Prof.ssa Rosanna Moschetta 

 

 

 

 

 

 


Anno Scolastico 2016 - 2017

 

SFIDA TRA RAGAZZI...A COLPI DI LIBRO

Il progetto lettura del nostro istituto C. Cianciotta-G. Modugno è ormai al termine, noi docenti di lettere siamo certi di aver disseminato nei nostri ragazzi l’amore per la lettura e di aver fatto loro assaporare la straordinaria bellezza dei libri.

L’ultima attività a cui gli alunni hanno partecipato è stata la sfida: “Per un pugno di libri”, un gioco a premi rivolto alle classi seconde della Scuola Secondaria. Tale iniziativa è promossa dall’Associazione Culturale “G. Scalera” e dai Presidi del libro di Bitritto, Bitetto, Sannicandro.

I ragazzi si sono preparati leggendo il libro “Il giardino di Lontan Town” della scrittrice Patrizia Rinaldi che gli alunni hanno incontrato presso il nostro Istituto. 

pugno libri 1   pugno libri 2  pugno libri 3

 Il romanzo ha appassionato molto i ragazzi e può definirsi di formazione, la protagonista Mea è capace di trasformare le proprie manchevolezze irisorse, la solitudine in intraprendenza, la malinconia nell’accettazione del limite. Questo libro è stato per i nostri ragazzi un invito a ritrovare fiducia in se stessi e ad affrontare anche le difficoltà che sembrano insormontabili.

Dopo la lettura del libro si sono svolte due gare: la semifinale che si è tenuta il 23 maggio tra le classi seconde del nostro Istituto alla presenza di alcuni giudici membri dell’Associazione G. Scalera. La fase eliminatoria era articolata in quattro prove afferenti personaggi, situazioni, frasi del libro, conoscenza di autori e libri di narrativa e la capacità di formare parole con un numero limitato di lettere.

Si è aggiudicata l’accesso alla prova finale la classe 2°A che il 25 maggio 2017 nella suggestiva cornice del Castello di Sannicandro ha affrontato le classi vincitrici degli istituti di Sannicandro e Bitritto.
Nella gara finale i ragazzi si sono cimentati in altre due avvincenti prove, oltre a quelle della semifinale: mimare il titolo di un libro e indovinare il personaggio misterioso.
Fra l’euforia e il clima festoso e agonistico tipico di una gara i ragazzi hanno dimostrato di saper “fare squadra”.

La sfida ha visto vincitrice la classe 2°A del nostro Istituto che ha esultato festosamente per il traguardo conseguito. A tutti i partecipanti dai membri della giuria è stato donato un libro perché solo entrando in contatto con i libri si scopre di avere le ali

pugno libri 4

Buona estate ragazzi!!! Ricordatevi che ogni libro è un viaggio, e l’unico bagaglio che portiamo con noi è l’immaginazione. (F.Caramagna)

 

Prof.ssa Antonietta Toscano
F. S. AREA 1

 

 

 

 

 

 

 

 

 


 

 IL CICLONE MARGHERITA

denapoli4

  Il giorno 12 dicembre 2016 le classi seconde della secondaria di 1°grado hanno incontrato la scrittrice Margherita De Napoli, autrice del libro “Mi chiamarono Brufolo Bill”, autobiografia semiseria di un’ adolescente in perenne lotta contro l’acne.  

Durante le ore di laboratorio gli alunni hanno letto con interesse il libro, sia perché la battaglia contro “gli indesiderati ospiti” accomuna molti adolescenti, sia perché il brufolo è stato il pretesto  per riflessioni più serie sulle diverse situazioni della vita quotidiana: dagli intrighi sentimentali alle vicessitudini scolastiche; dai rapporti all’interno del gruppo di amici, alla scoperta liberatoria che timidezza e aggressività non sono altro che facce della stessa medaglia.  

I ragazzi, inoltre, hanno apprezzato la scrittura fatta di impulsi alternata ai divertenti disegni di Francesca Zaccaria. L’autrice con grazia ha risposto alle numerose domande che gli alunni hanno posto, e i giovani lettori si sono  convinti che con l’autoironia si possono  esorcizzare  i problemi che affliggono gli adolescenti e che grazie ad essa si può raggiungere un certo equilibrio con se stessi.

I docenti di lettere del nostro Istituto Comprensivo sono sempre più convinti di inserire nel percorso di educazione alla lettura l’incontro con l’autore  che come in questo caso si è rivelato efficace, coinvolgente e significativo ed avvicina con maggiore consapevolezza i ragazzi al mondo dei libri.  

http://www.lagazzettadelmezzogiorno.it/events/appuntamenti/834292/bitetto-libro-mi-chiamarono-brufolo-bill-di-margherita-de-napoli.html

                                                                                                                       Prof.ssa Antonietta Toscano   

 

 

 

PROGETTO LIBRIAMOCI. Giornata di letture nelle scuole.

 

 “A volte leggere non serve se non si hanno lettere nel cuore”   (Fabio De Cuia)

        Stampare le “giuste lettere” nel cuore di un bambino e di un ragazzo non è sempre facile, ma è sicuramente tra le sfide più belle ed entusiasmanti per un insegnante. Perché insegnare è essenzialmente “nutrire”, dare all’altro ciò che gli manca e ciò di cui ha bisogno per vivere; è “tirar fuori”, far emergere ciò che ciascuno ha intimamente dentro.

Questa è la vision del nostro Istituto, e quale migliore strumento  per scolpire quelle lettere mancanti se non un bel libro?

Ed è per questo che nell’ambito del Progetto Lettura alla fine del mese di ottobre il nostro Istituto ha aderito alla terza edizione del progetto “Libriamoci. Giornata di letture nelle scuole”, iniziativa promossa dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (MIUR) e dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo (MiBACT), con il Centro per il libro e la lettura.

L’obiettivo del progetto è stato quello di avvicinare il bambino/ragazzo al gusto del leggere in una modalità completamente slegata dal programma di studio, una modalità che si fonda sulla lettura ad alta voce.

 

     Avvalendosi in parte dei suggerimenti del Centro per il Libro, i docenti  della Scuola Primaria  hanno coinvolto gli alunni delle prime nella lettura  della fiaba tradizionale “I tre porcellini”,  gli alunni delle seconde in      quella di “Pinocchio”, infine gli alunni delle terze, quarte e  quinte nella  lettura di “Il GGG” di Roald Dahl.

 

 I docenti della Scuola Secondaria hanno, invece, scelto la lettura  comparata di due passi  tratti rispettivamente dal XXXIV canto    dell’Orlando Furioso (precisamente i bellissimi  versi che narrano del  Duca Astolfo in volo sulla luna alla ricerca del senno perduto di  Orlando)  e dal romanzo “Harry Potter e il prigioniero di Azkaban ” di J.  K.Rowling:  autori  lontani nel tempo, ma legati tra loro dal filo della    fantasia e dal piacere di    immaginare  mondi suggestivi e fantastici.

 

 A completamento del progetto, la Scuola Secondaria ha invitato una  lettrice d’eccezione,  Teresa Ludovico, attrice del Teatro Opera Kismet,  che con passione (e in maniera  gratuita) ha dapprima declamato i versi  d’Ariosto e poi letto le pagine della Rowling,  trascinando i ragazzi delle  classi seconde nel mondo magico “delle parole ascoltate”.

 Preziosi sono stati i suggerimenti della signora Ludovico sull’efficacia di  una lettura  espressiva così come interessanti le sue risposte ai tanti  quesiti posti dai ragazzi.

    libriamoci4 

Qualsiasi iniziativa che abbia come oggetto un bel libro contribuisce a far avanzare sempre più i nostri bambini/ragazzi nel loro percorso graduale e continuo di alfabetizzazione, ma soprattutto nel loro diventare adulti, in modo che tutti abbiano nel cuore quelle lettere che aiutano poi a leggere la vita…

 Prof.ssa Rosanna Moschetta

Referente Progetto Lettura

 

 


          FESTA DEI LETTORI NEL "COMPRENSIVO" 

 

Nel nostro Istituto Comprensivo il 23 settembre si  è conclusa la settimana dedicata alla lettura.

  La Festa dei Lettori, indetta dal Presidio Nazionale del Libro, che va dal 21 al 24 settembre, ha coinvolto tutte le classi dell'Istituto, dalla Scuola dell’Infanzia alla Scuola Secondaria di Primo Grado.

 Diverse sono state le attività e le manifestazioni che hanno    caratterizzato le giornate.

  

 

 Il motto di  quest’anno “Leggo … ergo sum  FAI leggere” ha indotto le docenti a scegliere la lettura di un libro meraviglioso, ricco di tanti spunti “Il mago di Oz” di Frank Baum, che ha entusiasmato gli alunni dai più grandicelli ai più piccoli con i suoi personaggi in cerca di una propria identità, immersi in paesaggi suggestivi e fantastici.

I piccoli lettori dell’infanzia, dopo aver ascoltato la lettura  e visto il cartone animato, hanno drammatizzato e realizzato disegni,  raccolti dalle maestre  in un fascicoletto dal titolo “Mago di Oz”. I bambini , partecipi per la prima volta a tale iniziativa, sono stati felicissimi ed entusiasti perché la loro lettura delle immagini li ha portati a fantasticare e sognare ad occhi aperti.

 

 

 Nell’ androne della Scuola Secondaria, come avviene da parecchi anni, le sei classi prime hanno accolto le classi quinte della Primaria per l’ascolto e la lettura animata e scenica del libro, approfondendo i personaggi  e  realizzando dei cartelloni raffiguranti le imprese di Dorothy e i suoi amici

 

 

Gli incontri sono stati allietati dalla bellissima voce dell’attrice Angela De Sario dell’ASD “THE DANCE VALLEY” che ha cantato “Over the rainbow”, a titolo gratuito.

Alla fine di ogni performance le classi quinte si sono recate nella biblioteca scolastica dove era stato allestito il Book-crossing, il Passalibro, il libro che viaggia con lo scopo di avvicinare alla lettura i giovanissimi che, presi dal mondo digitale, stanno perdendo di vista la carta stampata.

Le varie classi della primaria hanno svolto un laboratorio di lettura e comprensione del libro, analizzando personaggi e  realizzando disegni. Non è mancata la visione del film ”Il meraviglioso mago di Oz” mentre la presenza dell’attrice, Annabella Tedone, ha animato la lettura per le classi seconde.

La festa dei lettori che ha lo scopo di suscitare passione per la lettura come mezzo di arricchimento, di crescita, di conoscenza, di formazione non finisce,ma continua nel corso dell’anno con altre iniziative, progetti e incontri con scrittori.

 

Prof. Maria Primavera

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


 Anno Scolastico 2015 - 2016

ODISSEA: viaggio di un naufrago

Un  altro anno scolastico sta volgendo al termine  e il nostro Istituto  Comprensivo “C. Cianciotta G.Modugno” si è rivelato una vera fucina di attività laboratoriali  afferenti le tematiche del Ptof 2016/19.

Alcune classi si sono cimentate in laboratori di tipo linguistico finalizzate all’innalzamento delle competenze di lettura e scrittura  creativa.  Il giorno 3 giugno 2016 la classe 1°A presso l’androne della Sc. Secondaria di 1° grado “G.Modugno” ha presentato la lettura scenica ”Odissea: viaggio di un naufrago”.

     

I ragazzi  guidati dalla prof. Toscano si sono impegnati nella riscrittura di passi salienti dell’epica classica e nella lettura  e interpretazione, divenendo sempre più  consapevoli delle potenzialità espressive della loro voce e acquisendo maggiore autostima. Grazie alla preziosa e coinvolgente compresenza nelle ore di laboratorio della professoressa Montagna gli alunni hanno selezionato commenti ritmici adeguati a particolari situazioni di lettura,  hanno ideato semplici melodie caratterizzando così momenti e personaggi del testo e comprendendo lo stretto rapporto che c’è tra struttura narrativa e musica.

   

 Gli alunni hanno riscoperto nel testo epico valori  e temi significativi ancora attuali e importanti per la loro crescita che hanno presentato in un lavoro multimediale realizzato in Power Point.  Plauso e ringraziamento vanno rivolti al Dirigente scolastico dottoressa Carla Ambrosio  che consente  e crede in tali opportunità formative e soprattutto agli alunni che hanno dimostrato  entusiasmo ed impegno per questo modo di “fare scuola”.

 

 

"Per qualche libro in più"

               Si è concluso nella suggestiva atmosfera del Castello federiciano di Sannicandro il progetto lettura del corrente anno scolastico, che ha visto coinvolte tutte le classi seconde della Scuola Secondaria “G.Modugno” , con una gara finale  fra le prime classificate delle scuole secondarie di Bitritto e di Sannicandro.

 Il progetto ”Per qualche libro in più”, giunto ormai alla XVII edizione in rete con la scuola secondaria del Comune di  Bitritto e del Comune di Sannicandro, promosso dall’Associazione culturale “ Prof. Giuseppe Scalera”, inserito nell’ambito de “La festa del libro”, prevede la lettura di un libro per ragazzi.

Tutta la classe è coinvolta  perché lo scopo del progetto è quello di stimolare tra gli adolescenti il piacere  e l’amore per la lettura.

Quest’ anno il libro oggetto della gara è stato  “I fratelli Wilson e il segreto di Penelope” della scrittrice Anna Vivarelli.

Dopo la lettura del libro, interessate e coinvolgente, si sono svolte due gare: la prima si è tenuta nella nostra scuola il 7 maggio 2016 tra le cinque seconde dell’Istituto, alla presenza di alcuni giudici membri dell’Associazione. La fase eliminatoria era articolata in quattro prove riguardanti i personaggi e le situazioni del libro, la conoscenza di autori e libri di narrativa per ragazzi, la capacità di formare parole con un numero limitato di lettere. 

Si è aggiudicato l’accesso alla prova finale la classe II A che il 19 maggio 2016 ha affrontato nel castello di Sannicandro le classi vincitrici degli altri Istituti.

Nella gara finale oltre alle prove precedenti i ragazzi si sono cimentati in altre prove: mimare il titolo di un libro e indovinare il nome di un personaggio misterioso. Entrambe le gare sono state avvincenti   e hanno coinvolto emotivamente i partecipanti , concentrati a non sbagliare facendo gruppo intorno al caposquadra.

La finale ha visto vincitrice la classe di Bitritto mentre la nostra II A si è classificata al secondo posto.

A tutti i ragazzi è stato dato in premio un libro, donato alla biblioteca della scuola.

                                                                                                                                                                     

 

 

 

PROGETTO LetturAttiva

Il nostro Istituto scolastico pur essendo aperto ad accogliere le innovazioni tecnologiche ed informatiche e a sfruttarle ai fini di uno sviluppo integrale delle abilità e delle competenze degli alunni, promuove iniziative per sollecitare un autentico amore per il libro e per la lettura.

Il “ libro” è da considerarsi come un amico che permette di aprirci a nuovi orizzonti, a nuovi pensieri. Esso permette stimolo alla fantasia, al sogno e soprattutto è uno dei primi approcci al sapere: “Leggere è il modo migliore per formarci non soltanto una cultura, ma una personalità, una capacità di giudizio, un po’ di spessore umano che attiri gli interessi degli altri e ci faccia vedere le cose da più punti di vista, cioè con l’unico sistema per conoscerle veramente”.

Pertanto nel nostro Istituto si promuovono iniziative capaci di favorire negli alunni la scoperta della lettura come piacere, con una metodologia che miri il più possibile al recupero di una sua dimensione “seduttiva” anche in ambiente scolastico.

    Il Dipartimento di lettere del nostro Istituto Scolastico per potenziare le      competenze linguistiche degli alunni e favorire il piacere della lettura ha programmato per  il corrente anno scolastico 2015/16 molteplici attività che sono proposte nel progetto ”LetturAttiva".

 Dal 24 al 29 Settembre 2016 le classi prime seconde e terze del plesso “G. Modugno”  hanno partecipato alla Festa dei lettori organizzata dai Presidi del libro nazionali avente  come tema “parole sacre” con la lettura di alcuni testi :le prime “Lo Stralisco” di R.  Piumini; le seconde “la storia di una lumaca che scoprì l’importanza della lentezza” di L.    Sepùlveda; le classi terze “So dire di no” di N. Accettura, A. Giannelli, D. Giancane.

  

 

 

 

 

 

 

Interessante iniziativa della nostra scuola è stata l’allestimento del X Bookcrossing nella biblioteca della Scuola Secondaria per favorire il ”Passalibro“. Attraverso gli scambi di libri fra alunni della stessa classe, fra alunni della stessa scuola si favorisce l’opportunità di costruire delle reti di libri e di lettori più larghe di quelle che ciascuno può intessere da solo.

                                   

  Gli alunni delle classi quinte scelgono i libri offerti dai ragazzi della Scuola Secondaria.

   

 Le classi prime, inoltre, hanno presentato la letturainterpretata e “raffigurata”di alcune pagine del libro ”Lo Stralisco” di R. Piumini alle classi quinte della primaria.

Nell’ambito delle proposte per la Festa del libro si è rivelata altamente formativa per i nostri alunni delle classi seconde l’incontro con il ”bibliomotocarro” del maestro Antonio La Cava, organizzato dall’Amministrazione comunale di Bitetto.

  

  Gli alunni animano la lettura.

 

 

Il giorno 20/01/2016 le classi terze della Scuola Secondaria hanno incontrato gli autori: D. Giancane, curatore del libro “So dire di no ”e N. Accettura, A. Giannelli. Gli alunni motivati ed interessati hanno rivolto domande sui protagonisti delle storie segnati dalle dipendenze dei nostri giorni come la droga l’alcol, i videogiochi, l’alimentazione, Internet. Hanno ribadito il loro “NO” alle dipendenze che uccidono l’uomo o l’adolescente privandolo non solo della vita reale ma anche dei sentimenti e delle emozioni.

 

Ultima modifica il Martedì, 23 Ottobre 2018 15:24

Devi effettuare il login per inviare commenti
Vai all'inizio della pagina 

Informazioni principali: "Comunicazione ai sensi della Dir. 2009/136/CE: questo sito utilizza cookies tecnici e di profilazione."

Note: "L'uso del sito costituisce accettazione implicita dell'uso dei cookies. Per revocare il consenso è sufficiente cancellare i cookies di dominio dal browser." Per saperne di piu'

Approvo